Ufomammut – Morkobot – Lento by Eccellenza Sir Crom

11 Febbraio
Circolo degli Artisti, Roma

Mi scuso da subito perchè i Lento li ho persi e non ve li posso recensire.
Come scusante adduco che dopo 5 giorni di influenza  e 6 di antibiotici mi volevo fare una sosta al pub come si deve prima di andare al concerto… Questo ha comportato che mi son perso i Lento ma un uomo deve fare quello che sente in questi casi e io mi sentivo la birra.

Mi han detto quelli che ne sanno che però son stati fighi, amen.

Quindi partiamo coi Morkobot.Morkobot
I Morkobot fanno un bello show, non li avevo ancora visti ed ero curioso.
Sono belli distorti ci sta un pelo di noise, han due bassi, sono strumentali, non c’è la chitarra… Insomma fanno una gazzarra di riffoni granitici che mi diverte. Batterismo spinto, ritmiche convulse, a un certo punto fanno uno stacco che sembrava drum’n’bass, io un po’ stranisco, un tipo davanti a me prende a ballare come se fosse a un rave e io lo odio molto. Le video proiezioni dietro la band, come da foto qui accanto, ci comunicano che c’è della letizia nell’aria.
Suonano il giusto minutaggio e, saranno i birrini,  mi aprono la serata bene. Non grido al miracolo ma un cornino glielo alzo di gusto.

Proseguo la serie di birre veloci e iniziano Ufomammut. Partono subito in quarta per far capire che non scherzano un cazzo. Volumi non a “mazzata in bocca” ma belli potenti.
Un ora di psichedelia pesante che a volte sfiora il metal, gran parte strumentale talvolta interrotta da una voce dilatata di riverbero che viene dall’oltrespazio.

Gradisco e dalle ultime file mi porto alle prime per verificare il coefficente di muro di suono… I Cabinet Green Amp 6×10 mi fanno la riga di lato e me ne compiaccio.
Rispetto ai Morkobot hanno un quintale di groove in più e un influenza di 70’s decismaente più presente, che è meglio.Ufomammut

Finiscono così come hanno iniziato: martellando come fabbri.
La gente ne vuole ancora ed ecco un lungo bis con il chitarrista dei Lento a supportarli.
Alla fine, esausti e contenti, accettiamo applaudendo la fine del concerto.
Esclamo l’atteso  “Bravo Satana!” sinonimo di grande prego e mi gongolo di questo insolito Mercoledì di bei gruppi italiani a volume 10.

Nella stanza attigua c’è un esposizione di serigrafie dei Malleus. C’è anche delle ragazze che fanno le foto, vuol dire che è una serata abbastanza in, mi sento quasi a’la page e pieno di sensibilità. Ci sta anche molta più gente di quanta me ne aspettassi… Sono piacevolmente stupito.

Attacco bottone con alcune indigene ma non è aria, quindi mi dirigo per un frettoloso bicchiere della staffa da qualche parte nell’attiguo Pigneto assieme ai miei compari.
Sono le 2.00, si gela e cala l’ormai consolidato coprifuoco romano. Se ne riparla domani ai Wolves in the Throne Room, stesso posto, stessi compari.
Viva!

Eccellenza Sir Crom

LINKS CORRELATI

www.myspace.com/ufomammut

www.myspace.com/morkobot

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: